Angolo del fai da te: logo GGD Italia a punto croce

“Our social tools remove older obstacles to publish expression, and thus remove the bottlenecks that characterized mass media. The results is the mass amateurization of efforts previously reserved for media professionals.” (Clay Shirky, Here Comes Everybody)

Lo scenario del cambiamento al quale stiamo assistendo non potrebbe essere descritto meglio.

In questo eco-sistema mediale le opportunità di condivisione, cooperazione ed azione collettiva consentono al tempo stesso di tracciare nuovi sentieri e di percorrere in modo nuovo territori conosciuti.

Le Girl Geek Dinner sono uno straordinario esempio di tutto questo.

Rilette nella chiave propositiva della possibilità di fare rete offerta dalla tecnologie (usate come pretesto e come strumento), le tematiche tradizionali della disparità di genere sul mondo del lavoro acquistano nuova linfa e diventano improvvisamente più comprensibili anche a chi fatica a riconoscerne l’attualità.

Comprensibili anche a chi, come le tre ragazze che hanno accettato con entusiasmo di organizzare la Girl Geek Dinner di Urbino, per ragioni anagrafiche non possono non considerare il femminismo in quanto tale come una categoria del passato.

E’ in questa capacità di leggere il presente con gli strumenti del presente la chiave dello straordinario successo dell’azione collettiva messa in pratica a livello globale attraverso questo tipo di eventi.

Ma questo post non è tanto dedicato a descrivere un’azione collettiva quanto piuttosto raccontare una storia di condivisione. Condivisione di una passione che da tradizione di famiglia, grazie ai “social tools” di cui parla Shirky, diventa patrimonio della collettività.

La storia di Caterina che insieme ad Anna e Sara organizza la cena del 10 Ottobre a Urbino e nei ritagli di tempo concessi dallo studio gestisce da qualche anno con successo una delle principali risorse web italiane dedicate al ricamo.

Caterina nelle scorse settimane ha deciso di fare un omaggio a tutte le ragazze geek ricamando il logo GGD Italia a punto croce e rendendo disponile sul suo sito una guida (completa dello schema da ricamo a punto croce) per riprodurre il logo.

Ecco il risultato in tutto il suo splendore 🙂

GGD Italia ricamato a punto croce

Logo GGD Italia ricamato a punto croce

Logo GGD Italia ricamato a punto croce



LINK:

RICAMA IL TUO LOGO GGD ITALIA

Annunci

5 Responses to Angolo del fai da te: logo GGD Italia a punto croce

  1. laurag ha detto:

    Infatti è fantastico. Apprezzerebbero anche gli artisti – penso a Boetti e a Vezzoli. Il ricamo, appunto arte antichissima, piace anche all’arte contemporanea.

  2. gboccia ha detto:

    C’è bisogna che lo dica? Uno straordinario esempio di produzione da cultura partecipativa 🙂

  3. MARTHA ha detto:

    bellisimo, tante grazie per farli vedere

  4. Luca ha detto:

    mi è venuta voglia di imparare il punto e croce 😀

  5. jojo ha detto:

    Great information.Thank you for your sharing

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: