Il Daje in cui poter credere


Diego “Zoro” Bianchi, Barack Obama – Morphing

Una formula che scavalca ogni slogan.

Guarda avanti, più avanti.

Locale, globale, universale.

Uno sciame di sensi che abbraccia tutti senza pungere.

Nessun compromesso. Più latte e più cacao.
Ingrediente mancante alla portata principale.

Eco inversa che si propaga da valle.

Melodia corale cantata in un microfono senza amplificatore.

Ghost track alla fine di un brano stanco, che rivela la potenza inespressa dell’intero album.

Il ritornello è semplice, orecchiabile, efficace: scambiamoci un segno di daje!

Annunci

4 Responses to Il Daje in cui poter credere

  1. prezzemola ha detto:

    adesso arriverà Giulio Cesaroni, lo sai si :-D??

  2. Thomas Galli ha detto:

    prezzemola: voto Eva Cudicini.

  3. prezzemola ha detto:

    che logica da media mainstream!
    che amarezza!!

  4. Thomas Galli ha detto:

    prezzemola: per quanto mi riguarda sarebbe più amaro mr. Cesaroni.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: